Calciomercato Torino: Gomez la chiave per Perotti

In attesa di mandare in archivio la stagione ufficiale con la partita interna contro il Sassuolo, dai valori nulli dal punto di vista della classifica, ma decisiva per fare luce sul rapporto tra la squadra e Sinisa Mihajlovic dopo l’ultima, delicata settimana, la dirigenza granata continua a spendersi sul mercato per tentare di giocare in anticipo sulla concorrenza. Almeno su alcuni tra gli obiettivi individuati per la prossima stagione. Uno tra questi è Diego Perotti, in prestito con obbligo di riscatto dal Genoa. Si sa che i giallorossi devono ancora versare 9 milioni di euro nelle casse rossoblù. Cifra che il Toro, per assicurarsi le prestazioni dell’argentino, dovrebbe accollarsi. E qui si innesta il discorso relativo ai tempi. Se Perotti, come risulta, è uno tra i giocatori ritenuti ideali per innalzare il livello qualitativo della squadra, allora è opportuno che Cairo dia mandato a Petrachi di muoversi in tempi ragionavolmente brevi.

Pena il rischio di vedere entrare in ballo una concorrente nella trattativa per l’esterno. Che intanto non contemplerà il definitivo passaggio di Castan al Torino. «Nel girone di ritorno non l’ho impiegato perché non lo riscatteremo e volevo pesare gli altri difensori in vista della prossima stagione», dichiarava il tecnico serbo alla vigilia della trasferta di Genova. «Bellissima la prima parte della stagione, manca ancora una settimana, però già vi rivolgo il mio grazie. A tutti!», ha specificato ieri il brasiliano attraverso i social.

La missione

Cade, quindi, l’ipotesi di una operazione che, assieme al passaggio di Perotti al Toro possa contemplare pure il riscatto granata di Castan. Una decisione che, pur mettendo la Roma nelle condizioni di dover trovare un acquirente per il difensore sudamericano, non interrompe i dialoghi in atto tra giallorossi e granata per l’ex di Siviglia e Boca Juniors. Anzi, i confronti tra i dirigenti dei rispettivi club restano fitti, costanti e tesi ad arrivare alla stretta di mano. Anche perché la Roma, interessata a Papu Gomez che è protagonista assoluto della cavalcata verso l’Europa Leaugue dell’Atalanta, cerca soluzioni in uscita per uno tra i propri esterni. Con Perotti che, ora come ora, ha più chance rispetto a Salah ed El Shaarawy di lasciare Trigoria. Dove una settimana fa è andato in missione Giuseppe Riso, agente di Gomez nonché di Daniele Baselli. Il Toro ha tutta l’intenzione di continuare con l’interno che, soprattutto nel girone di ritorno, è risultato tra i granata più positivi. Assodato questo va però detto che la Roma ha nuovamente provato a sondare il terreno, per il centrocampista bergamasco.

Il dopo Maxi

Il giro d’orizzonte sull’attacco granata non può prescindere da Diego Falcinelli. L’attaccante ora al Crotone, ma in prestito dal Sassuolo, nella prossima stagione non resterà in neroverde. E il Toro, pur non essendo l’unico club sull’attaccante, ha comunque una posizione privilegiata. Falcinelli è valutato dagli emiliani 9 milioni, prezzo che è ampiamente trattabile. Questo mentre rimane aperto pure il discorso su Roberto Inglese, prima alternativa a Falcinelli che, nel ruolo di punta, resta il primo obiettivo del Toro.

Loading...
CONDIVIDI