Calcio estero – La bizzarra protesta dei tifosi del Leicester dopo la squalifica di Vardy

La faccia del bomber inglese compare sugli spalti, ovunque…

Un rosso indigesto – Protesta singolare per le Foxes; anzi protesta “plurale”, a ben vedere. Nell’ultima rocambolesca partita dei ragazzi di Ranieri, il Leicester ha affrontato lo Stoke City. Il match si è concluso con un pareggio (2-2) ma soprattutto ha registrato l’espulsione di Jamie Vardy. Oltre al cartellino rosso, l’attaccante britannico si è poi visto affibbiare tre giornate di squalifica dalla Football Association. Ritenendo il provvedimento disciplinare eccessivo, i tifosi non l’hanno presa bene ma – respinta anche la richiesta di appello per la sentenza – i sostenitori delle Volpi hanno espresso il loro malcontento in maniera piuttosto creativa. Fortunatamente evitando reazioni violente.

1, 10, 100 Vardy?

Art Attack? In pratica sono state distribuite – per volontà della società stessa – migliaia di mascherine con il volto dell’attaccante simbolo del Leicester. Un Jamie Vardy per ogni seggiola del King Power Stadium! Con questa bravata goliardica e beffarda, tuttavia, la società rischia di mettersi in guai ancor più pesanti dell’assenza del proprio bomber per un paio di turni di Premier. La Federazione inglesi infatti non è nota per la manica larga e il senso dell’umorismo, in casi di questo genere… Vardy intanto si gode l’affetto della sua tifoseria e noi sorridiamo per questa scena che sembra tratta dal film “Essere John Malkovich”.

Loading...
CONDIVIDI